Compendio di Malattie dell’Apparato Digerente di Antonio Iannetti – Edizioni Kappa del marzo 2.000

Questa pagina porterà il Lettore del sito professionale del prof. Antonio Iannetti al Compendio di Malattie dell’Apparato Digerente, che egli ha pubblicato nel marzo dell’anno 2.000, con la casa editrice Kappa.

Il prof. Antonio Iannetti, Docente di Malattie dell’Apparato Digerente ed Endoscopia Digestiva presso l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”, affidatario dell’Insegnamento di “Malattie dell’Apparato Digerente” nel Corso di Laurea Specialistica “C”, al IV° anno – I° Semestre, e Docente nel Corso di Specializzazione in “Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva”, ha voluto fornire agli Studenti ed agli Specializzandi un Manuale sintetico, che riassumesse i principali argomenti trattati durante le Lezioni ed i Seminari Didattici e vissuti ogni giorno nell’attività clinica del Reparto di Gastroenterologia e del Reparto di Endoscopia.

Il Manuale è perciò estremamente sintetico ed il suo scopo era ed è quello di riassumere le nozioni essenziali e fornire lo stimolo per un approfondimento scientifico.

Già era presente -e lo è tuttora- l’UNIGASTRO, il Coordinamento Nazionale dei Docenti Universitari di Gastroenterologia, Società di cui il prof. Iannetti è attualmente Socio Onorario. Questo Coordinamento Universitario si occupava e si occupa di elaborare un Manuale per gli Studenti in Medicina e Chirurgia.

Oltre alla collaborazione con questa Società, il prof. Iannetti ha sentito l’esigenza di riassumere, in questo compendio, le sue personali esperienze, cliniche e didattiche, della vita quotidiana, a contatto con gli Studenti in Medicina e Chirurgia e con i Medici Specializzandi.

Nell’anno in corso 2019, il prof. Antonio Iannetti sente la necessità di un aggiornamento complessivo del suo sito web professionale e, di conseguenza, ha valutato l’opportunità di rivedere alcuni capitoli di questo Compendio di Malattie dell’Apparato Digerente.

Infatti, le nozioni esposte in questo Manuale sono state elaborate negli anni antecedenti il 2000 e non erano state integrate con più recenti acquisizioni scientifiche, cosa che invece il prof. Iannetti ha cercato e cerca di fare nelle altre Sezioni del suo sito professionale.

Egli si propone ora di aggiornare tali notizie, che sono state superate dagli avanzamenti della scienza medica, e reputa preferibile mantenere il taglio didattico, sintetico e riassuntivo, rivolto agli Studenti, sia per il beneficio che questi ultimi possano ancora trarne, sia per una facile consultazione da parte di Medici, non Specialisti in Gastroenterologia, sia per qualsiasi Utente possa beneficiare d’informazioni stringate.

Egli ricorda che questo testo nasce per Studenti in Medicina e Chirurgia e per Medici in formazione Specialistica, ad integrazione ed a supporto delle attività didattiche formali, pratiche professionalizzanti e di assistenza clinica e di ricerca scientifica. Il Lettore, che cerchi informazioni di base via internet, per sue esigenze o problematiche personali, potrebbe trovare troppo tecnico e schematico, anche nell’esposizione, questo scritto.

Infatti, per la comprensione di questo Manuale, necessitano conoscenze di base o integrative, che lo Studente in Medicina già ha o gli vengono fornite nel corso delle stesse lezioni, integrate dalla presenza di altre figure didattiche professionalizzanti (Fisiologo, Radiologo, Anatomo-Patologo, Istologo, Farmacologo, Chirurgo).

Ecco perché il sito professionale del prof. Iannetti, nelle sezioni rivolte al Navigatore del web, è stato da lui stesso rielaborato in argomenti, dedicati alle patologie specifiche, esposti in un linguaggio meno scientifico e il più possibile comprensibile, anche ai non tecnici. In queste pagine, il Professore ha rielaborato le nozioni mediche ed ha inserito e continua ad inserire, compatibilmente con il tempo che la Professione gli lascia disponibile, novità diagnostiche e terapeutiche.

Il prof. Iannetti coglie l’occasione per ribadire, in questa sede, che l’utilizzo di internet, per affrontare problematiche mediche, può essere di grande aiuto, ma va sempre guidato e confortato da un supporto professionale specialistico di un Medico. Va anche tenuto presente che la valutazione clinica è necessaria per una corretta diagnosi e per la conseguente scelta terapeutica.

 

Compendio: