Dieta per occlusione

Prof. Antonio Iannetti

Gastroenterologo Endoscopista Digestivo

Specialista in Gastroenterologia Malattie

del Fegato e Medicina Interna

Cell. +39.335.6935321   fax 06.233.297.473

antonio@iannetti.it       www.iannetti.it                                                                  lì …….

Sig. …………………………

Consigli nutrizionali per Pazienti affetti da occlusioni o sub-occlusioni intestinali ricorrenti.

Gli alimenti scritti in corsivo sono sconsigliati.

In presenza o a rischio di una subocclusione intestinale è necessaria una dieta con consistenza morbida o cremosa e priva di fibra alimentare, per migliorare e facilitare il transito intestinale.

Deve essere preferita un’alimentazione regolare, con pasti piccoli e frequenti (prima colazione, pranzo, cena e 2-3 spuntini) e che apporti sia carboidrati che proteine.

È importante mantenere una funzione intestinale regolare, sia con i farmaci che con l’alimentazione.

È fondamentale inoltre una buona idratazione.

Per avere una dieta equilibrata e con poca fibra, scegliere le pietanze indicate nei seguenti gruppi alimentari.

Latte e yogurt

Se tollerato, latte intero o parzialmente scremato, altrimenti latte HD (ad alta digeribilità) o latte di soia. Yogurt intero o magro, bianco o aromatizzato alla frutta (o con frutta frullata).

Cereali e derivati

Pane tostato, fette biscottate, grissini, crackers, di farina raffinata (NON integrale) e ammorbiditi in brodo o altri liquidi. Riso, pasta di piccolo formato, farine di cereali, semolino, polenta, gnocchi di patate o semolino, corn flakes senza aggiunta di fibre. Evitare prodotti integrali o non ammorbiditi nei liquidi.

Carni, pesci e uova

Tutti i tipi di carne, le parti più tenere e meno fibrose, eliminando il grasso visibile e la pelle del pollo; tritate finemente, omogeneizzate e sciolte in brodo. Limitare le carni fibrose e stoppose, wurstel, salsicce, agnello, carne affumicata, tutte le carni condite con intingoli e salsine, le carni fritte e impanate.

Pesce fresco o surgelato con polpa morbida, ai ferri, bollito, al vapore, eliminando la pelle. Tonno al naturale o sott’olio, ben sgocciolato. Limitare il pesce affumicato, conservato sotto sale e quello più grasso (sgombro, anguilla, aringa, capitone, salmone, molluschi).

Uova alla coque, sode o in camicia, albume d’uovo aggiunto nella minestra. Frittata e crepes.

Salumi e Formaggi

Legumi

Bresaola, prosciutto crudo e cotto, allontanando il grasso visibile, anche sotto forma di mousse. Grana o parmigiano, formaggi molli e cremosi. Limitare quelli erborinati e piccanti.

Evitare i legumi (fagioli, ceci, lenticchie, piselli, fave), sia freschi che secchi.

Ortaggi e frutta

Patate lessate e schiacciate o in purea morbida, succhi o centrifugati di verdura. Salsa di pomodoro senza bucce e semi. Succhi e centrifugati di frutta per aumentare l’apporto di liquidi. Omogeneizzati o puree (ottenute con passaverdura). Spremuta di agrumi filtrata. Evitare frutta e verdura cruda o cotta, in pezzi o in purea (ottenuta con frullatore), frutta secca, candita o sciroppata.

Olii e grassi

Olio di oliva, utilizzato a crudo. Limitare burro, lardo, margarina, strutto, panna da cucina.

Bevande

Acqua, succhi e centrifugati di frutta e verdura, zuppe, brodi e minestre, caffè e tè diluiti, tisane, camomilla, bevande arricchite con sali minerali. Limitare bevande gasate e alcoliche.

Assumere almeno 1.5-2 litri di liquidi al giorno.

Dolci e desserts

Zucchero, miele, marmellate senza pezzi di frutta, gelatine di frutta, biscotti secchi ammorbiditi, biscotto granulare, budini, creme dolci e gelati.

Varie

Aceto, succo di limone, brodo lievemente sgrassato, dadi da brodo.

Supplementi ipercalorici senza fibra.

Oltre agli alimenti naturali, durante la giornata si suggerisce l’uso di supplementi ipercalorico- proteici senza fibra (reperibili in Farmacia) per aumentare l’apporto calorico e di nutrienti. Per esempio 1-2 flaconcini di Ensure Plus al giorno.

Occlusione

Realizzato da Digitalfingers
Scroll to Top